Destination Wedding
PH PHOTO27

Destination Wedding in Italy

Un trend sempre in crescita, non solo per gli stranieri ma anche per gli Italiani che amano l’Italia.

In questo articolo ti racconterò cos’è il Destination Wedding e di come questo trend in forte crescita per gli stranieri, sta diventando una scelta sempre più gettonata, anche per le coppie italiane, che scelgono di sposarsi lontano da casa, ma sempre in Italia.

Stai pensando di sposarti lontano da casa?

Continua a leggere questo articolo, ti mostrerò i motivi per cui dovresti farlo e anche cosa devi sapere per farlo bene.

Sei pronta? Andiamo!

L’espressione Destination Wedding, significa proprio Destinazione di Nozze, ormai la leggiamo ovunque, è un trend molto in voga, che porta all’Italia un indotto veramente alto, e sempre in crescita.

Per avere un’idea di questo valore, basta dare un’occhiata ai dati riportati nel l primo report dell’Osservatorio Italiano Destination Wedding Tourism per l’anno 2019:

9.018 matrimoni di stranieri realizzati

440.102 stranieri venuti in Italia per questi matrimoni, di questi, 18.037 sono gli sposi, i restanti 422.065 gli invitati.

✓ Tra le regioni più gettonate: la Toscana con un 25,6%, seguita dalla Campania con un 15,3% e dalla Lombardia con il 14,3%, dal Veneto (8,2%), dal Lazio (7,2%) dalla Puglia (6,1%) e dalla Sicilia (3,3%).

Da non credere vero? Immaginavi tutto questo indotto? Credo di no.

Gli stranieri scelgono l’Italia sempre di più; siamo uno dei paesi che ha il numero più alto di destination weddings al mondo (non ci è difficile comprendere il perchè).

Se vuoi approfondire i motivi per cui si sceglie l’Italia per il proprio matrimonio, ti invito a leggere questo articolo: Why is it worth to have your big Wedding Affair in Italy.

Ma se gli stranieri scelgono il Bel Paese per il loro matrimonio, ci sono sempre più coppie italiane che amano l’Italia e decidono sposarsi lontani da casa, scegliendo una destinazione italiana.

Io stessa quando mi sono sposata, sono stata una “Destination Bride in Italy”. Mi sono sposata a Giungano, un borgo piccolissimo, vicino Paestum in provincia di Salerno. Ho spostato amici e parenti da diverse parti d’Italia; all’inizio erano tutti un po’ titubanti e sospettosi, ma poi si sono ricreduti ed è stato bellissimo. (É evidente che il Destination Wedding era nel mio destino).

Sai, anche se non sono passati molti anni, nel 2008 questa “pratica” non era ancora un vero e proprio trend per gli italiani. Noi di indole, siamo per le tradizioni, e ci destabilizza pensare di spostarci più giorni per un matrimonio.

Non è vero? Non hai pensato subito a tua zia, che muove le prime obiezioni? Sono certa di si.

Ma lascia che ti spieghi, cosa vuol dire organizzare un Destination Wedding in Italia e quali sono i benefici per gli sposi.

Innanzitutto, dobbiamo partire da un concetto diverso di ricevimento di nozze. Dobbiamo pensarlo come un evento con vacanza annessa; infatti un Destination Wedding dura circa 2 o 3 giorni.

  • Dà la possibilità agli sposi di allungare il tempo della festa, di condividere con le persone che amano, momenti speciali, amplificare le emozioni ed il divertimento. I vostri selezionatissimi ospiti, si godranno il vostro evento, unitamente ad una piccola vacanza! Non mi sembra male come prospettiva, vero?

“The Creator made Italy from design by Michelangelo”
– cit. Mark Twain –

  • La lista degli invitati, nota dolente per tutti! Solitamente i Destination Weddings sono molto più intimi. Non si estendono gli inviti a familiari fino al decimo grado di parentela e nemmeno ai figli degli amici dei cugini, che tanti anni fa avevano invitato mamma e papà al loro matrimonio. ( Si lo ammetto, la so lunga sulle liste degli invitati!) Se pensate che qualcuno possa offendersi, nel non essere invitato, potete sempre organizzare una piccola festa, come un aperitivo rinforzato, al vostro ritorno.
  • Avrete una varietà infinita opzioni, nella scelta di location, fornitori e panorami mozzafiato.
  • Avrete la possibilità di scegliere quello che veramente vi piace, senza dovervi limitare alle soluzioni che avete “vicino casa”.

In Italia potete veramente sbizzarrirvi, mare montagna campagna, colline, città d’arte, non ci sono limiti. Potete costruire una atmosfera assolutamente esclusiva ed in linea con i vostri desideri.

Ci sono soluzioni magnifiche, dove gli ospiti possono soggiornare tutti nella stessa struttura, così una volta arrivati, non c’è stress per nessuno. Una soluzione che amo, sono gli alberghi diffusi, nella nostra penisola ce ne sono diversi, sono molto particolari ed esclusivi. Le possibilità credetemi, sono moltissime, ci sono i borghi in Umbria e Toscana, le magnifiche masserie in Puglia o ancora piccoli paesini dove creare il vostro albergo diffuso, proponendo agli ospiti di alloggiare tutti, nei dintorni della location, raggiungibile rigorosamente a piedi come ad esempio, Ravello in Costiera Amalfitana.

[Magari ne parleremo ancor più nel dettaglio in uno dei miei prossimi articoli].

  •  Scegliendo di fare un matrimonio lontano da casa, potete più facilmente destagionalizzare il matrimonio e pensare di farlo in autunno o pieno inverno.

I vostri invitati saranno già proiettati verso il concetto di un matrimonio un po’ sopra le righe, fosse solo per la scelta di andare fuori, per cui, se lo fate in inverno, non si sconvolgeranno più di tanto. Non creerete nessun disagio, perchè essendo già tutti nel luogo del matrimonio e soggiornando lì, anche dopo la festa, nessuno baderà se fuori fa freddo o se nevica anzi, la neve sarebbe proprio l’effetto wowwww.

La destagionalizzazione darà a voi diversi benefici.

Primo tra questi, la riduzione dei costi, che vi permetterà di fare più cose e più “fighe”, rispettando il vostro budget. Le location e la maggior parte delle forniture, fuori dalla “stagione dei matrimoni” costano meno.

  •  Avrete a possibilità di organizzare veramente un Unconventional Wedding e lasciare il segno, nei ricordi e nel cuore dei vostri ospiti.

ATTENZIONE

Come fare a progettare un matrimonio così, senza rischiare di sbagliare?

Non nego che questa organizzazione è un po’ più complessa, ci sono tanti fattori da valutare e da incastrare. Il mio primo consiglio è quello di affidarvi un professionista, una wedding planner che conosca bene il territorio dove decidete di sposarvi. Ricordate che il Know How è quanto di più prezioso c’è nell’organizzazione di un evento di nozze.

Conoscere i fornitori, il territorio e le sue caratteristiche, le dinamiche organizzative, in ordine di procedure burocratiche, difficoltà logistiche e da la possibilità di fare proposte in linea con budget e gusto personale, garantendo sempre il miglior rapporto qualità prezzo ed eccellenza nel servizio. La conoscenza e la professionalità non hanno prezzo!

Detto questo, vediamo quali sono le cose importanti da sapere:

  • Tenete conto del numero degli ospiti (anche se inizialmente è solo ipotetico) per valutare il numero delle accommodations di cui avrete bisogno.
  • Verificate le possibilità di raggiungere il posto da voi scelto (autostrade, collegamenti con treni, aeroporti ecc) e date indicazioni ai vostri ospiti.
  • Organizzate un piccolo sito, sul quale convogliare tutte le info, le curiosità il save the date e per coinvolgere gli ospiti, già un po’ di tempo prima del grande giorno. Magari anche dopo, dando la possibilità di condividere commenti, foto e video (tornerebbe utile anche a voi per raccogliere il materiale fotografico fatto dagli invitati).
  • Fate una selezione del fornitori per i diversi servizi, tenendo conto anche della possibilità di portare con voi quelli di fiducia (es: parrucchiere per la sposa).
  • Adottate un atteggiamento easy, trovate soluzione alternative lì dove ci sono ostacoli; ma non siate superficiali.
  • Fuggite dalle proposte “All Inclusive”, che non vi garantiscono la personalizzazione che state cercando.

L’Italia è un paese meraviglioso, usalo come scenario per il giorno più bello.

Se sei arrivata a leggere fino a qui…ti ringrazio!

Ti auguro di organizzare il “Destination Wedding in Italy” più straordinario di sempre, ovvero il Tuo.

Ti abbraccio
AnnaMaria

ps.: se hai domande o dubbi a riguardo, scrivimi; sarò felice di risponderti.
annamaria@myweddingaffair.com

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Bride Girl Armani Prive'
Matrimonio a Novembre: sposa audace in nero glamour e pizzo