Wedding Marketing Specialist: Ines Pesce

“Pensa, credi, sogna e osa.”

Oggi per voi una intervista aperta con la Wedding Marketing Specialist, Ines Pesce 

Chi, tra le lettrici e i lettori di Wedding Style Diary, ha buona memoria sentirà familiare il suono del verbo ‘osare’, un’azione che, tra le altre, accomuna le persone che fanno dei loro punti di forza un vero e proprio cavallo di battaglia.

Ne ho trovato, recentemente, una traccia significativa nel percorso personale e professionale di Glenda Marradi, wedding planner toscana e tra i volti di Wedding Style Diary  e, ancor prima, in quello di Ines Pesce, Wedding Marketing Specialist e a.d. di un team nato per pensare in grande. 

Le due professioniste dei fiori d’arancio in comune hanno tanto, a cominciare dalle ambizioni fino a un sogno chiamato ‘Il Matrimonio di Grace’.

Se entrambe non fossero così dichiaratamente abili e coraggiose nel comprendere e individuare il successo nell’inestricabile rete di possibilità, probabilmente non avrebbero tagliato quei traguardi di cui vanno tanto orgogliose.

I traguardi professionali

L’ultimo di Ines, in ordine cronologico, è il boom di prenotazioni al party più atteso di tutto l’anno: overbooking per Santa Claus is Getting Married, in ‘scena’ lo scorso 12 dicembre a Foggia, nell’open space di Spazio Daruma. 

Team is the king

La prima specialista italiana delle nozze è al quinto, consecutivo, exploit dell’evento nato nel 2017 con l’obiettivo di consegnare alle aziende che fanno parte del suo entourage professionale un’occasione per brindare ai successi presenti e futuri, insieme ai loro team.

Da sogno (condiviso con il marito Sergio Maddalena, founder di Daruma Studio) a realtà: tra bollicine e specialità gourmet della Puglia centinaia di wedding planner e professioniste e professionisti del settore sono invitati, a fine anno, da Ines – in una calda ambientazione natalizia – a celebrare la forza insita nelle persone che compongono la squadra, promuovendo innanzitutto le relazioni. 

“Una festa aziendale dedicata a te e al tuo team ha diversi benefici sul tuo wedding business”,

scrive la Pesce sul suo blog.

Wedding Marketing & Networking

Già, il networking (e il teamwork) è proprio la chiave di volta per comprendere il lavoro (e il successo) della consulente marketing per il wedding: al grido di “create una rete di conoscenze” Ines Pesce invita chiunque abbia il grande sogno di osare a stringere relazioni, a interagire con altre figure professionali e a arricchirsi di nuove conoscenze e esperienze.

“E’ l’unico modo per realizzare progetti che non potresti mettere in atto da sola”, spiega.

“E’ duro non riuscire, ma non avere mai tentato è peggio!” (Theodore Roosvelt)

In sintonia con le parole del 26esimo presidente degli Stati Uniti – e, ahinoi, in piena pandemia – l’esperta di marketing, connessa dal salotto di casa, ha messo in cantiere un nuovo progetto professionale:

‘Il Matrimonio di Grace’, la prima associazione in Italia pensata per supportare le coppie nel percorso matrimoniale. 

Già, la prima. Perché Ines Pesce ama giocare d’anticipo e ha il fiuto ‘del goal’: una skill fondamentale nel suo settore che la rende una indiscussa protagonista anche dei meeting ‘che contano’ (la professionista pugliese colleziona ogni anno inviti e partecipazioni a seminari, corsi, fiere e webinar di settore). 

Un percorso nato per caso, quello del wedding, ma favorito da un terreno fertile seminato da regole (l’influenza del segno della Vergine si riflette in questo lato del suo carattere), da precisione assoluta e da un metodo che nessun altra è all’altezza di seguire.

L’avreste mai detto che Ines Pesce è un’avvocata mancata? Nel suo passato (e nel suo curriculum) c’è una laurea in Giurisprudenza, l’abilitazione e la pratica forense, avviata per 5 anni:

Quello che io oggi ho applicato sul mio personal branding come consulente marketing forse avrei dovuto applicarlo come avvocato”.

Così, mentre si riflette insieme sul passato. 

Ma, probabilmente, non sarebbero state d’accordo le aziende che Ines Pesce ha supportato nel posizionamento del loro brand in questi ultimi anni:

questo lavoro mi rende felice. Da uno a dieci? Un dieci pieno”. E un sorriso che la dice lunga. 

Anche ora che – con la ripresa delle attività – si assiste a un overbooking lavorativo.

“L’organizzazione (è questo il suo mantra, o segreto del successo, ndr) serve per mettere le basi a un’azienda che possa resistere nel tempo e serve quando ti ritrovi, ad esempio, a lottare con i momenti come quello che stiamo vivendo adesso. La ripresa è stata esplosiva quest’anno”. 

E allora le chiedo di cosa avrebbe bisogno oggi l’industria del wedding:

“Di tanta capacità imprenditoriale”, risponde rapida.

Chi segue le puntate dei suoi originali format sul web sa che Ines ci crede da tempo:

“è questo il senso dei miei primi programmi formativi, come la Wedding Business Class, il Wedding Entrepreneur Bootcamp. Era il 2017, lontani dalla pandemia. All’epoca io invitavo il settore a migliorarsi sul piano imprenditoriale prima ancora del marketing”. Ipse dixit.

Il Matrimonio di Grace

Per lei la pandemia mondiale da Covid-19 (ancora in corso) non segna un arresto delle attività, né il lockdown ha precluso progetti o relazioni.

La sua abilità nel gestire la modalità spazio-tempo (e lo stress) ha favorito, invece, la nascita di una nuova ‘comfort zone’ dove Ines è riuscita a portare avanti i suoi sogni professionali.

Nel cassetto c’era, infatti, la costruzione di un luogo dove tentare una di quelle mission (im)possible: riunire 10 wedding planner dislocate in tutta Italia da Nord a Sud, sotto la sua direzione.

Gli addetti ai lavori lo chiamano team building, che tradotto vuol dire fare squadra, fare rete. 

“Perché non impegnarci nel sostegno alle coppie nel difficile percorso della vita matrimoniale?” si è domandata Ines.

“Il matrimonio è anche un percorso di coppia. E’ necessario andare oltre la festa. L’eccesso di bellezza degli anni scorsi ci faceva fermare alla facciata”. 

Cosa è emerso allora da questa riflessione? Una Aps, con l’idea di supporto ‘immediato’ alle spose (anzi, alle coppie), per superare l’emergenza attuale.

“Il gruppo che aveva la stessa visione c’era già, abbiamo solo formalizzato l’associazione che si muove sottobosco perché non è esplosa a livello comunicativo ma vuole fare dei passi oculati nella lentezza, ma giusti”, racconta la leader del gruppo che ha festeggiato a Procida la scorsa estate l’avvio ufficiale dei lavori, con tutto il team. 

Slow Marketing

Questa ultima affermazione mi da’ il fianco per un’altra novità di cui lei stessa si è fatta promotrice nei mesi scorsi, a cominciare dall’autunno.

E’ il concetto ‘slow’ che Ines spiega così:

Fino a ieri c’era la corsa a postare ad ogni costo e l’overdose di digitalizzazione ci ha portato a fare un passo indietro. Cioè, laddove ci sono già tanti contenuti digitali non è postandone altrettanti che si vince. Ma puntando alla qualità”. Less is more.

Qualcosa che ha anche a che vedere con un desiderio da realizzare, probabilmente nel 2022:

“Non posso confidarlo, l’ho scritto sulla mia agenda personale. In estrema sintesi, minore quantità ma maggiore qualità”. 

Questa saggezza si riflette anche su Spazio Daruma, il quartier generale dove Ines e Sergio sviluppano idee e progetti. 

Una fucina di talenti, alle prese con ambizioni da inseguire, sogni da realizzare e energie da condividere.

E’ merito di cosa secondo te?

“Dell’apertura che io e mio marito abbiamo proprio verso i nuovi talenti. Noi abbiamo una visione inclusiva: ci piace tirarle dentro le persone, non mandarle fuori, noi sogniamo un luogo di foggiani che amano portare alto il valore culturale e professionale di questa città”. 

Ne è una testimonianza il mese di dicembre che con Santa Claus is Getting married segna un momento strategico per Daruma.

Impegnativo, ma non stressante. Siamo capaci di organizzare questo evento tra un progetto di marketing e l’altro. Abbiamo talmente chiaro l’obiettivo di questo evento che le dinamiche che si dovevano svolgere al suo interno sono state gestite in modo molto pratico”.

Cosa ti aspetti, ogni anno, da questo evento?

“Che ci sia sempre più gente che si ritrovi a fare networking”. 

Tutto torna. 

 

ph: Diego Taroni

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
wedding planner puglia molinari
Wedding planner Puglia: Wedding Awards 2018